Brandforum.it

l'osservatorio italiano sul branding
facebook twitter Follow Me on Pinterest RSS
Papers

Internal branding ed Eco-marketing nelle strutture alberghiere

Letto 3749 volte

Veronica Ramacci, Network di Brandforum.it
ramacciveronica@libero.it

Il concetto di Internal branding - e di conseguenza l'attenzione e il coinvolgimento dei dipendenti nella filosofia aziendale- si sta diffondendo in maniera sempre più omogenea nei settori più disparati del mondo del lavoro.

 

In questo paper si focalizza l'attenzione sul settore alberghiero, ormai inserito in un vortice di cambiamenti, sia di pensiero che di azione, che stanno trasformando radicalmente questa offerta di mercato.

 

Gli hotel divengono, infatti, esempi unici, e alle volte inimitabili, di attenzione verso nuove tendenze, nuove filosofie che non solo sono tagliate ad arte per garantire la massima accoglienza agli ospiti ma si trasformano in veicolo per testimoniare e diffondere modus vivendi.

 

 

Questa premessa ci permette di comprendere quelle che sono le trasformazioni in atto nel settore ricettivo, che ha deciso di abbracciare la tematica eco-sostenibile non solo come atteggiamento strategico per attirare a sé un maggior numero di clienti, ma partendo da un'idea di base per cui tale filosofia produce benefici alla struttura stessa e al contesto che la ospita.

 

Ciò che può essere definito 'eco' porta nella direzione di salvaguardia dell'ambiente naturale; da ciò si evince come la capacità di rendere l'anima di un hotel capace di questo corrisponde alla ricezione di concetti come ad esempio 'riciclo', 'risparmio', 'informazione', 'coinvolgimento', 'responsabilità', etc.

 

Se focalizziamo l'attenzione sugli ultimi tre concetti elencati e li rendiamo capaci di dialogare con la definizione di internal branding, vediamo come questo cerchio si completa e ci mostra un dato e un atteggiamento assolutamente interessante.

 

1. Informazione: gli hotel, che attuano una politica di eco-sostenibilità attraverso l'internal branding, si trovano ad attuare campagne di formazione-informazione rivolte in primis ai dipendenti. Chiunque si occupi di ricevimento, ristorazione o riassetto delle stanze deve essere inserito in un circuito di sensibilizzazione alle tematiche 'eco' in modo tale da concretizzare tali principi attraverso il singolo lavoro.

 

2. Coinvolgimento: alla base di una strategia di internal branding si innesta una fondamentale priorità, ovvero la capacità di coinvolgere i lavoratori facendoli sentire parte integrante di un progetto da svolgere ma soprattutto elementi fondamentali dell'azienda stessa. Se l'azienda sa trasmettere questo interesse, sicuramente i dipendenti risponderanno con positività e partecipazione alla filosofia d'impresa.

 

3. Responsabilità: questo è sicuramente uno dei criteri chiave dal quale poi sviluppare un progetto di eco-sostenibilità, in quanto per l'azienda che se ne fa carico (compreso a monte il valore sia per la sua struttura che per l'ambiente circostante e assimilato ciò), si aprirà una parabola di successo che si potrà tradurre nel pieno riconoscimento e apprezzamento dei clienti sia esterni che interni.

 

Alla base quindi di una strategia di eco-sostenibilità si radica quello che è il primo rapporto fra impresa e dipendenti, i quali, come clienti interni, riconosceranno la qualità dell'ambiente per il quale si adoperano e con il loro fondamentale contributo potranno portare a compimento tale progetto. Di conseguenza, la sensibilizzazione al benessere per tutti verrà tradotta con atteggiamenti propositivi di fiducia da parte dei collaboratori.

 

Passando ad esempi concreti, possiamo citare l'Hotel Candiani di Alessandria, che ha attuato una politica di formazione e informazione verso il proprio staff e allo stesso modo anche l'Hilton Corniche Hotel Apartmenents ad Abu Dhabi, che ha previsto per le housekeeping un training per ridurre notevolmente gli sprechi in fase di riassetto della stanza.

 

La speranza oggi è quella che tali atteggiamenti vengano recepiti da più strutture ma anche da più settori possibili attraverso una consapevolezza e progettualità che si misura nel rapporto fra coloro che ogni giorno vivono un luogo, un ambiente, un lavoro.