Brandforum.it

l'osservatorio italiano sul branding
facebook twitter Follow Me on Pinterest RSS
Papers
Brand in Italy 15-04-2014

La comunicazione digitale entra nel bilancio sociale 2013 dell’ Alumni Cattolica – Associazione Necchi

Letto 3297 volte

A cura di Daniela Compassi, Redattore Senior, Brandforum.it
daniela.compassi@brandforum.it

Alumni Cattolica – Associazione Necchi (fondata nel 1930 da Padre Agostino Gemelli presso l’Università Cattolica) ha il compito non solo di promuove il network tra i suoi soci per occasioni professionali, ma anche quello di segnalare offerte formative post laurea dell’Ateneo, proporre iniziative culturali (http://www.laureaticattolica.it/dopo-lassemblea-pranzare-insieme-e-scoprire-i-tesori-di-milano/), fornire un insieme di agevolazioni per l’acquisto di prodotti e servizi (http://www.laureaticattolica.it/vantaggi-e-convenzioni-2/) oltre a promuovere il merito e la qualità assegnando il prestigioso “Premio Gemelli” (attivo sin dal 1961 – http://www.laureaticattolica.it/consegnato-lambito-premio-gemelli-promosso-da-alumni-cattolica-vincono-le-donne-13-a-1/).

 

Possono diventare soci tutti coloro che si sono diplomati, o laureati, o hanno conseguito un master all’Università Cattolica e dal 2014 possono aderire anche imprese e quegli alunni che stanno frequentando Master o Corsi di formazione presso l’Università senza aspettare che questi abbiamo concluso il loro percorso formativo. Ciascuno può, nella crescita associativa, ricevere e dare, concorrendo alla solidarietà e al benessere del corpo sociale e, mediante ciò, al progresso nazionale.

 

Alumni Cattolica – Associazione Necchi ha saputo rinnovarsi negli anni apportando numerose e sostanziali novità, soprattutto dal punto di vista della comunicazione sia interna che esterna, sempre in sinergia con l’Ateneo. Anche a partire dal Bilancio Sociale.

 

L’attuale Presidente dell’Associazione Alumni Cattolica, il Dott. Carlo Assi, ha raccontato a Brandforum.it quali sono le novità più importanti messe in atto quest’anno, esposte recentemente in occasione della presentazione del 3° bilancio sociale: “Il bilancio 2013 rappresenta per la nostra Associazione un vero punto di svolta sia dal punto di vista dell’immagine che dei contenuti. Il primo grande ed evidente cambiamento riguarda la forma con cui ci presentiamo ai nostri soci. Mentre i primi due bilanci di esercizio, quelli relativi al 2011 e al 2012, erano dei semplici fascicoli in cui venivano riportati solamente dei dati nel primo caso e dei dati corredati da immagini nel secondo, con questo 3° bilancio vogliamo entrare in una nuova era, quella della cross-medialità”.

 

“Il bilancio sociale 2013 - continua Assi – è stato creato non solo per essere letto e, come si dice in questi casi, ‘archiviato’ dai nostri soci ma è stato pensato per instaurare una interazione profonda con il lettore. Per questo è stato inserito un QRCODE che rimanda alle pagine del sito, più esaustive e ricche di contenuti. La parola d’ordine è quindi interattività, che si manifesta anche attraverso la nostra presenza sui principali social network (Linkedin, Twitter, Facebook), uno strumento indispensabile oggi per far colloquiare i nostri associati tra di loro e per essere sempre costantemente aggiornati e attenti alle loro esigenze”.

 

Il sito, broadcast e digitale, quindi diventa un appendice della carta stampata, un continuum che completa e coinvolge soprattutto le nuove generazioni. Come spiega il Dott. Assi: “E’ proprio dalle nuove generazioni, dai nostri soci più giovani, che nasce la necessità e il desiderio di creare un bilancio sociale più snello e interattivo. Grazie alle loro competenze abbiamo creato questa nuova modalità di comunicare un argomento di per sé impegnativo, una modalità più veloce e immediata che semplifica la lettura e coinvolge l’utente a 360°”.

 

Ognuno dei tre bilanci presentati dall’Associazione ha un nome e quindi un obiettivo che si prefigge di raggiungere; se con il primo bilancio sociale l’Associazione ha richiamato alle “solide basi” della formazione che accomuna tutti i soci, nel 2012 ha voluto “costruire legami” mentre con il bilancio 2013 ha voluto “qualificare una presenza”, dando rilievo alla qualità dell’organizzazione. Ma qualificare una presenza significa anche promuovere gli incontri laurea/lavoro attraverso eventi creati ad hoc, video, interviste online e scritte. Significa intensificare i rapporti e le convenzioni con l’Università, significa cooperare creando accordi attivi con gli alunni.

 

“Ci siamo prefissati molti obiettivi per questo 2014” conclude Carlo Assi. “Prima di tutto accrescere le risorse organizzative interne e moltiplicare le possibilità di incontro tra gli ex-alunni dell’Università Cattolica e i personaggi importati del mondo dell’impresa. Il nostro personale augurio è di riuscire a operare con sempre più efficienza e interattività con tutti gli stakeholder”.