Bevande. Otto casi di campagne pubblicitarie di alcolici, succhi, latte, acqua e caffé.
Bevande. Otto casi di campagne pubblicitarie di alcolici, succhi, latte, acqua e caffé.
Emanuele Gabardi (a cura di)
2005, Franco Angeli, Milano
Questo volume curato da Emanuele Gabardi è il primo di una collana volta a descrivere casi aziendali contemporanei nell'ambito della comunicazione. Nasce sull'esempio della collana britannica Advertising Works, in cui ogni due anni vengono presentate le case histories premiate dall'Institute of Practitioners Advertising, e si fonda sulla consapevolezza che i manuali italiani sulla pubblicità  e sulla comunicazione d'impresa riservino uno spazio troppo limitato all'applicazione di teorie e tecniche su casi reali.

In Bevande. Otto casi di campagne pubblicitarie di alcolici, succhi, latte, acqua e caffé, Gabardi insieme ad altri autori riporta alcune storie di successo di marche nazionali o internazionali nel panorama italiano. Il volume, in particolare, è organizzato in otto capitoli, ognuno dei quali è dedicato a un caso aziendale specifico del mercato delle bevande. Si parte dalla vodka Absolut e si arriva al rum Pampero, passando per il succo di frutta Bravo, la birra Heineken, il latte Interlat, i caffè Kimbo e Nescafé, l'acqua Lilia. Per ognuna di queste marche viene descritto l'iter lavorativo che ha portato alla realizzazione di determinate iniziative comunicazionali come possono essere le campagne pubblicitarie, gli eventi piuttosto che altre attività  a carattere promozionale.

Ulteriore elemento distintivo del volume è il punto di vista privilegiato dal quale vengono descritti gli otto casi aziendali. Gli autori, infatti, non sono né giornalisti né studiosi che a vario titolo hanno approfondito gli argomenti proposti; si tratta invece delle stesse persone che hanno lavorato sui singoli progetti. Così Absolut Vodka viene presentata da Maurizio Mercurio, consulente strategico e docente; Bravo e Kimbo dal copy Giuliano Doccioli; Heineken da Andrea Betti, strategic planner alla J. Walter Thompson; Interlat dallo stesso Emanuele Gabardi; Lilia e Nescafé da Stefano Rallo, responsabile del planning strategico della McCann-Erickson; Pampero da Federica Clerico e Samantha Giuliano, la prima responsabile del marchio Pampero, la seconda Account Director presso l'agenzia Leo Burnett.

--
Emanuele Gabardi insegna presso l'Università  del Piemonte Orientale (sede di Domodossola), l'Università  degli Studi di Milano-Bicocca, l'Università  di Modena e Reggio Emilia. È attualmente consulente strategico e vanta un'esperienza pluriennale in agenzie italiane e internazionali. Per la stessa collana ha curato i volumi Prodotti turistici. Otto casi di comunicazione turistica e Comunicazione pubblica. Otto casi di comunicazione efficace della pubblica amministrazione.



I libri di Brandforum