Lezioni di ecostile. Consumare, crescere, vivere.
Lezioni di ecostile. Consumare, crescere, vivere.
Andrea Segrè
2010, Bruno Mondadori, Milano
Manuale per uno stile di vita all'insegna delle scelte "green", "Lezioni di ecostile" propone tre lezioni, con esempi concreti, dedicate al consumo critico, alla riduzione degli sprechi, contro l'imperativo della crescita ad ogni costo che pervade la nostra economia. Il manuale richiama l'attenzione sulla possibilità , invece, di consumare meno, ridurre i rifiuti e limitare gli imballaggi, fino a trasformare gli sprechi in risorsa, in nome di una solidarietà  possibile e tangibile.

Il nuovo eco-mondo esiste. Basta saperlo riconoscere. Anche se non è rilevato appieno dalle statistiche, è poco presente nel dibatitto politico e spesso viene ignorato dai mass media, questo mondo è attorno a noi, prende corpo in una miriade di esperienze, di azioni, soprattutto di possibilità : si traduce in un ecostile capace di creare un'altra economia, un'altra società , altri valori. Forse, una vita migliore.
Antidoto al mondo disattento, frenetico e sprecone, che ha dimenticato che si consuma per vivere e non si vive per consumare, questo libro propone tre brevi lezioni, ricche di suggerimenti ed esempi concreti, dedicate ai consumi, alla crescita e agli stili di vita. Un vademecum che ricorda a tutti noi come consumare meno e meglio, ridurre i rifiuti e limitare gli imballaggi che ingombrano la nostra spesa, sconfiggere il mito della crescita a ogni costo, potenziare la nostra intelligenza ecologica e trasformare gli sprechi in una risorsa, in nome della solidarietà  e della reciprocità .
Soprattutto, questo libro propone uno stile di vita più sobrio, più equo, più sostenibile, per chi crede in una società  basata sulla sufficienza e non sull'imperativo dell'abbondanza, in un'economia leggera e trasparente, in un'ecoscienza rispettosa del rapporto tra uomo e ambiente. Per non sprecare, insieme all'acqua, ai pomodori e allo yogurt, anche le nostre vite.

---
Andrea Segrè è docente di 'Politica Agraria Internazionale e Comparata' e dal 2005 è preside della facoltà  di Agraria presso l'Università  di Bologna.

I libri di Brandforum