Motta

Motta, una delle più famose aziende italiane, nasce quando Angelo Motta, classe 1890, fonda nel 1919 la Angelo Motta Pasticciere, un laboratorio artigianale di prodotti dolciari in Via della Chiusa a Milano.

All’epoca il panettone era ancora basso e compatto ma, grazie ad un nuovo metodo di lievitazione naturale e ad un impasto rivoluzionario, il panettone di Motta inaugura una “nuova” tradizione, quella del panettone alto a cupola di battistero, più soffice e più ricco di uvetta, che riscuote grande successo e diventa il prodotto più venduto in poco tempo.

 

Nel 1925 apre il primo negozio Motta, con una formula innovativa per l’epoca in quanto prevedeva un arredamento moderno e molto curato.

Comincia così la trasformazione di Motta da piccola ditta artigianale a industria vera e propria, accompagnata nel 1934 dalla creazione, da parte del designer Severo Pozzati (su incarico di Dino Villani, capo ufficio pubblicità di Motta), del logo dell’azienda: il nome dell’azienda scritto con il suo particolare font, con la “M” maiuscola che richiama sia le guglie del Duomo sia l’iniziale di Milano, unendo inesorabilmente il marchio al capoluogo lombardo.

 

 

Nel ventennio successivo, la produzione aumenta di sette volte, permettendo all’Azienda di diventare il leader del mercato alla fine degli anni Cinquanta.

 

Nasce poi nel 1954 la prima merendina prodotta dall’azienda, il famoso Buondì Motta®.

 

Inoltre, negli anni Cinquanta, Motta dà inizio alla produzione di gelato, creando un prodotto rivoluzionario: uno stecco di legno ricoperto da gelato al gusto fiordilatte, che prende il nome di Mottarello®, divenuto poi uno dei simboli dell’azienda.

Dopo la morte del suo fondatore, avvenuta nel 1957, l’azienda dà inizio a una forte diversificazione in molti mercati, dove riscuote un grandissimo successo generando negli anni dei veri e propri prodotti mito per le varie generazioni.

 

Nel 1968, dopo l’acquisizione della società da parte di SME, il logo venne modificato e sostituito da un gonfalone a due punte, con all’interno il nome dell’azienda scritto in bianco e nel suo tradizionale font. Questo logo presentava due varianti, in base alla categoria del prodotto: rosso per i prodotti dolciari da forno, mentre azzurro per i gelati.

 

Un’altra importante novità introdotta da Motta negli anni Ottanta è il Tartufone®, il primo panettone farcito, che dà vita a una nuova e vasta linea di prodotti.

 

Ad oggi, Motta non esiste più come marchio facente capo ad un unico gruppo imprenditoriale a sé stante: infatti, il settore aziendale che si occupa dei prodotti dolciari e da forno è di proprietà dell’azienda italiana Bauli S.p.A., mentre il ramo aziendale che produce gelati è stato per molti anni proprietà di Nestlé, per poi essere ceduto a Froneri Ltd nel 2016. Conseguentemente, il logo è stato sviluppato in maniera diversa.

 

Per quanto riguarda i prodotti dolciari e da forno, è stato scelto di utilizzare l’antico logo aziendale, composto dal nome dell’azienda scritto in bianco dai bordi dorati, nel tradizionale font, posto al di sotto del nome dei vari prodotti (come per esempio nel caso di Buondì Motta®).

 

Per quanto riguarda invece i prodotti natalizi, il logo è composto da una “M” maiuscola di colore blu, con i bordi dorati, posta dietro al nome dell’azienda scritto in bianco, anch’esso con i bordi dorati, il tutto su sfondo blu.

 

 

In occasione dei 100 anni dalla fondazione dell’azienda (1919-2019), è stato realizzato un particolare logo che appare, in Limited Edition, sulla confezione dell’Originale Panettone Motta: questo logo presenta una “M” maiuscola dorata posta dietro al nome dell’azienda scritto nel suo caratteristico font, bianco e dai bordi dorati.

 

 

Nel settore dei gelati, invece, lo storico logo con il gonfalone azzurro a due punte viene sostituito nel 1996, in seguito all’acquisizione dell’azienda da parte di Nestlé, e richiama molto il marchio “Glaces Gervais”, adottato da Nestlé per le sue attività nel settore gelati in Francia. Questo nuovo logo era composto da una figura ovale bianca, con al centro la scritta “Gelati Motta” in colore rosso e azzurro, posta all’interno di una più grande figura ovale azzurra con la scritta “Nestlé” in alto.

 

Dal 2002 viene adottato solamente il nome Motta in rosso all’interno dell’ovale bianco. L’attuale logo ha subito una leggera modifica rispetto a quello del 2002, mantenendo la stessa composizione ma assumendo forme tridimensionali.

 

(Si ringrazia Giorgia Bresciani, studentessa della Facoltà di Scienze Linguistiche dell'Università Cattolica di Milano,  per aver collaborato alla ricerca delle informazioni e alla composizione di questa LOGO TALE)

 

 

 

 

Scopri altre storie...