Toblerone

La storia di Toblerone inizia nel 1867, quando lo svizzero Jean Tobler, fondatore del brand, si mise in proprio rilevando prima la pasticceria “Kuentz”, presso la quale lavorava a Berna, e aprendo poi la propria “Confiserie Spéciale”. 

Nel 1899, la richiesta di prodotti di cioccolato Tobler diventa così grande che Jean decide di aprire una fabbrica industriale per aumentare la sua produzione: fonda così con i suoi figli la ‘Fabrique de Chocolat Berne, Tobler & Cie’.

Una decina di anni più tardi, nel 1908 i discendenti di Jean creano il nome della famosa barretta: Toblerone. Il nome è un gioco di parole, derivante dalla fusione di “Tobler” e della parola italiana “Torrone”.

Nei primi anni di vita della fabbrica, su tutte le barrette appariva un’aquila dorata che portava con le sue zampe due bandiere, anch’esse dorate: quella svizzera e quella della città di Berna. Nel 1920, l'aquila viene rimossa dalla confezione di Toblerone e al suo posto viene inserito l’orso di Berna, l’animale araldico della città.

Negli anni Settanta, il Monte Cervino fa la sua prima apparizione sulle confezioni di Toblerone, ma non ancora sul fronte della barretta, solamente sulle parti laterali. È invece nel 2000 che il logo viene reinventato: il Monte Cervino appare per la prima volta sul packaging del prodotto e diventa il logo ufficiale del brand. Guardando attentamente l’immagine del monte, si può notare come all’interno vi sia raffigurato l’orso di Berna. Inoltre, all’interno del nome, vi sono anche le lettere BERNE, ovvero “Berna”.

Toblerone è inoltre un perfetto esempio di 3D Brand, in quanto il prodotto riprende la forma del Monte Cervino, che è riportato sul packaging: Toblerone è infatti l’unica barretta di cioccolato al mondo ad avere questa particolare forma.

 

---

Si ringrazia Giorgia Bresciani, studentessa della Facoltà di Scienze Linguistiche dell'Università Cattolica di Milano, per aver collaborato alla ricerca delle informazioni e alla composizione di questa LOGO TALE.

Scopri altre storie...