Algida

Algida, marchio storico di gelati italiano, è stata fondata nel 1946 da Italo Barbiani e Alfredo Vieni. Grazie a un innovativo sistema di produzione industriale dei gelati introdotto dall’azienda, Algida divenne in breve tempo il leader italiano del settore. Il termine Algida (con l’accento sulla prima “a”) deriva dal latino “algidus”, che significa freddo.

Uno dei primi prodotti venuti alla luce era un gelato alla panna ricoperto di cacao magro sorretto da un bastoncino di legno: si chiamava Cremino. Da allora il marchio Algida, che oggi appartiene al gruppo multinazionale Unilever, è diventato sinonimo di qualità e innovazione legandosi, di generazione in generazione, ai momenti più belli e spensierati delle nostre estati.

Da quando è stato acquistato dalla multinazionale, il nome del brand varia in base al Paese in cui vengono distribuiti i prodotti: per saperne di più, rimandiamo al paper ad hoc sull’argomento.

Inizialmente pensati per essere prodotti da passeggio, i gelati del brand sono piano piano entrati anche nelle case dei consumatori, con prodotti innovativi e pensati appositamente per l’ambiente domestico. In questa continua ricerca della soddisfazione dei clienti, sono nati negli ultimi anni prodotti innovativi e di grande successo: dagli storici Cornetto, Fiordifragola, Croccante, Cucciolone a prodotti piu' recenti come Magnum e Solero. E ancora la mitica Viennetta e la ricca gamma di dessert Carte d'Or che comprende vaschette, coppe e torte.

Il primo logo del brand era costituito da uno scudo giallo e marrone, nel quale vi era il nome dell’azienda posto nella parte superiore, con la di sotto la scritta “Industria Alimenti Gelati” e un cristallo di neve.

Nel 1950, Enzo Mazzilli crea un nuovo marchio caratterizzato da una sinusoide ascendente che separava i due colori, gli stessi del logo precedente. La scritta “Industria Alimenti Gelati” viene sostituita da “Il gelato fidato” e si trova nella parte inferiore a destra, mentre il nome del brand viene posto in alto a sinistra. Vi erano due versioni di questo logo: una con una cornice ai bordi e la scritta “Il gelato fidato” in giallo, mentre l’altra non aveva nessuna cornice e presentava la medesima scritta, ma di colore bianco.

Il giallo e il marrone erano i colori fondamentali associati ai gusti tradizionali del gelato: la crema e il cioccolato. Nel 1963 il marchio venne leggermente modificato: il nome del brand viene scritto con un font differente e le forme del rettangolo vengono arrotondate, ma viene confermata la presenza dei colori giallo e marrone.

Negli anni Settanta, il brand cambia completamente il suo logo: vi è solamente la scritta “ALGIDA” di colore arancione, con un effetto 3D.

Un nuovo marchio venne invece disegnato nel 1983 da Bob Noorda: presentava il sole arancione come elemento centrale del logo e il nome del brand scritto con il colore giallo in prospettiva con i contorni marroni. Questo logo esprimeva la sintesi dei valori peculiari propri del brand: l’estate, la libertà e le vacanze spensierate.

All’inizio degli anni Novanta, il brand cambia nuovamente il suo logo, che risultava composto dal nome dell’azienda scritto con il colore nero, posto all’interno di un ovale bianco dal doppio bordo azzurri, il tutto su uno sfondo bianco e rosso.

Nel 1998, viene creato un nuovo logo, che riprende il famoso slogan del Cornetto Algida, ovvero “cuore di panna”. Il marchio raffigura, infatti, un doppio cuore stilizzato di colore rosso, formato da una stessa linea che si muove a spirale su uno sfondo giallo. Il nome del brand è posto al di sotto del cuore ed è di colore blu.

Nel 2003, il logo ha subito un restyling: il cuore di algida è posto al di sopra del nome del brand, il quale font è stato modificato. Vi sono due versioni del logo: una con le scritte bianche su sfondo rosso e l’altra con le scritte rosse su uno sfondo bianco.

 

---
Si ringrazia Giorgia Bresciani, studentessa della Facoltà di Scienze Linguistiche dell'Università Cattolica di Milano, per aver collaborato alla ricerca delle informazioni e alla composizione di questa LOGO TALE.

Scopri altre storie...