TNT

Oggi TNT è un'azienda globale che opera in circa 200 Paesi in tutto il mondo, ma la storia del brand è cominciata in maniera molto umile in Australia, subito dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale.

 

Nel 1946, Ken Thomas fondò la sua azienda, la Thomas Nationwide Transport (abbreviato TNT), con un solo camion. Nel 1961, TNT fu quotata alla borsa di Sydney e, nel 1967, venne confermata la fusione del brand con Alltrans, uno dei principali gruppi di proprietà privata nel settore del trasporto merci australiano. Questa unione permise al brand di effettuare la sua prima attività di commercio all’estero, iniziando ad operare in Nuova Zelanda. Negli anni Settanta e Ottanta il brand divenne globale in seguito all’entrata in alcuni mercati Europei e Nordamericani.

 

In meno di 50 anni, l’azienda è diventata dunque un'impresa globale, gestendo anche la propria flotta di aerei. Gran parte della crescita è derivata da acquisizioni e partecipazioni acquisite in altre società presenti in tutto il mondo.

 

Una delle più importanti aziende entrate in contatto con il brand è stata KNP (ora PostNL), una società privata olandese creata nel 1989 che in precedenza era la società nazionale di poste e telecomunicazioni dei Paesi Bassi, che ha acquisito TNT negli anni Novanta.

 

Nel dicembre 2010 è stata annunciata la scissione di TNT in due brand, ovvero TNT Express e PostNL, concretizzatasi nel 2011. A partire dal 2016, TNT Express fa parte del Gruppo Fedex Corporation.

Sulla prima pagina web del sito, risalente alla fine degli anni Novanta, abbiamo una versione del logo differente da come lo conosciamo oggi: l’acronimo TNT è scritto con il colore rosso, incasellato in tre rettangoli di colore nero adiacenti l’uno all’altro. Di fianco a questo simbolo abbiamo la scritta “The Worldwide Transportation Group” di colore nero.

 

 

Poco più tardi, il logo è stato modificato ed è diventato come quello odierno: le lettere TNT sono di colore arancione, racchiuse in tre cerchi arancioni adiacenti e poste su uno sfondo bianco. La prima versione del logo avente queste caratteristiche presentava inoltre un’ombra di colore nero dietro alle lettere e ai cerchi, per creare un effetto 3D del logo.

 

 

Qualche anno dopo, è stato aggiunto il payoff “sure we can” di colore grigio sotto al logo, per evidenziare l’impegno del brand a realizzare qualsiasi tipo di consegna.

 

 

Negli anni 2010, il logo ha subito una leggera modifica: è stato tolto l’effetto 3D ed è stato perciò reso bidimensionale, ma sono stati mantenuti i colori principali. Al di sotto del logo è stata poi aggiunta la scritta “THE PEOPLE NETWORK”, dove “THE” e “NETWORK” sono di colore grigio, mentre “PEOPLE” è di colore arancione.

 

 

In seguito all’acquisizione del brand da parte di Fedex, il logo è stato modificato nuovamente: al di sotto del simbolo del brand vi è la scritta “will become FedEx Express”, scritta con il colore viola, caratteristico del Gruppo Fedex (per scoprire di più su Fedex e sul suo logo, leggi la Logo Tale dedicata).

 

 

Spesso il brand utilizza però solamente il logo avente solamente l’acronimo TNT, come possiamo notare anche nel sito corporate. Esistono due versioni del logo odierno: una con le scritte arancioni poste su uno sfondo bianco e una con gli stessi colori invertiti.

 

 

Come possiamo notare, il logo del brand non ha subito consistenti modifiche negli anni. Il caratteristico colore arancione, però, è sempre stato al centro dell’identità del brand, essendo diventato con gli anni uno dei tratti distintivi del marchio.

 

---
Si ringrazia Giorgia Bresciani, studentessa della Facoltà di Scienze Linguistiche dell'Università Cattolica di Milano,  per aver collaborato alla ricerca delle informazioni e alla composizione di questa LOGO TALE.

Scopri altre storie...