Brandforum.it

l'osservatorio italiano sul branding
facebook twitter Follow Me on Pinterest RSS
News
12-11-2018

Stella McCartney apre, nel cuore di Londra, il flagship store più sostenibile al mondo

La nuova boutique londinese di Stella McCartney si trova al 23 di Old Bond Street, una delle vie della moda di lusso più prestigiose del pianeta. Nei suoi 700 metri quadrati si celebrano non solo l’estetica e i prodotti del marchio, ma trovano espressione i valori che hanno reso Stella il fashion brand più eco-friendly al mondo.


Vero protagonista dello spazio è infatti il tema della sostenibilità. A cominciare dal design del negozio, che sceglie di non utilizzare i materiali emblematici del mondo del lusso (come metalli preziosi, pietre e marmi), prediligendo piuttosto elementi fatti a mano, organici e sostenibili. Un  approccio che riflette del resto anche le scelte che presiedono alle collezioni di abbigliamento e accessori. 

 

Proprio per questo la stilista inglese ha scelto di utilizzare di manichini Bonaveri: l’azienda di Renazzo di Cento (FE) è riuscita a coniugare etica ed estetica producendo i primi manichini al mondo completamente biodegradabili. Il flagship store di Londra sceglie infatti i manichini in B Plast®, una plastica naturale che deriva al 72% dalla canna da zucchero, verniciati con B Paint®, la prima vernice naturale composta esclusivamente da sostanze organiche rinnovabili. Sia il bio polimero sia le finiture cromatiche sono biodegradabili.

 

Maison di moda e imprese manifatturiere stanno facendo i conti con gli  effetti delle emissioni inquinanti sul cambiamento climatico. Paesi e settori industriali hanno per questo assunto impegni per la progressiva riduzione delle emissioni in relazione agli accordi stabiliti a livello internazionale.

 

Altro esempio dell’attenzione all’ambiente di Stella McCartney è la scelta di utilizzare una cartapesta fatta a mano - riciclata dagli scarti di carta utilizzata negli uffici del brand inglese - trasformata in pannelli decorativi che adornano le pareti del primo  piano. A questo si accompagnano mobili in schiuma realizzati sempre con materiali riciclati, zoccoli scultorei in legno di recupero e mobili vintage selezionati: tutti elementi che riflettono la filosofia del marchio per il recupero, riutilizzo e riciclo. Messaggi  informativi sulla sostenibilità sono distribuiti per tutta la boutique.


Fiore all’occhiello, la tecnologia rivoluzionaria di Airlabs che rende 23 Old Bond Street il primo spazio commerciale al coperto a Londra con l'aria più pulita possibile. La location, articolata su quattro piani, propone un excursus completo sulle ultime collezioni, dagli abiti prêt-à-porter agli accessori, offrendo al tempo stesso un’inedita esperienza di shopping ai visitatori. Al suo interno i clienti sono immersi in un’atmosfera avvolgente e multisensoriale, grazie alla presenza di installazioni artistiche, grafiche e sonore, che permettono di rendere ogni visita un’esperienza unica e personalizzata.