Brandforum.it

l'osservatorio italiano sul branding
facebook twitter Follow Me on Pinterest RSS
News
05-12-2018

Parlare di neuromarketing dimostrandolo praticamente: a febbraio torna CERTAMENTE

Continuare ad ispirare la business community attraverso il neuromarketing e le scienze comportamentali: è questo l’obiettivo della quarta edizione di CERTAMENTE - Inspiring Neuromarketing Day, il più autorevole convegno sul tema in Italia, pronto a tornare il 14 febbraio 2019 a Milano presso Unicredit Tower Hall. Brandforum conferma anche per quest'anno la partnership per l'iniziativa.

 

 

(Ph. Ottosunove)

 

 

È ormai dal 2016, infatti, che l’agenzia di comunicazione Ottosunove e il partner scientifico BrainSigns, spin off dell’Università La Sapienza di Roma, propongono con successo questo appuntamento per divulgare e dimostrare i vantaggi strategici che un approccio basato su neuromarketing e behavioural science apporta agli ambiti più vari del marketing e della comunicazione. Una reputazione e un’autorevolezza costruite nel tempo grazie a una visione pioneristica e a un’analisi attenta e capillare che garantisce contenuti rilevanti e utili a chi è alla ricerca di un punto di vista differente per ottimizzare le proprie strategie di vendita.

 

 

CERTAMENTE, sin dal suo esordio, ha corredato a una vocazione scientifica anche un punto di vista pratico, volto a certificare cosa può offrire un metodo che mette l’accento sui comportamenti non consci del consumatore e che, proprio per questo, è guardato da alcuni con una certa diffidenza. Il convegno dimostra quanto questa reticenza sia infondata. Infatti misurare l’attenzione, il coinvolgimento emotivo, il carico cognitivo del pubblico con rilevazioni neurometriche, così come indagarne le cognizioni spontanee e inconsapevoli con tecniche implicite e attraverso l’analisi comportamentale applicata, semplicemente rende possibile calibrare meglio gli ingredienti della comunicazione, stimolando nelle persone risposte positive, non solo in termini di consumi, ma anche di sostegno a cause e progetti utili, di impegno in comportamenti virtuosi, di miglioramento delle proprie abitudini, senza per questo indurle a reagire in modo automatico e inconsapevole.

 

 

Con l’intenzione di ribadire questo punto di vista, il 14 e il 15 aprile 2016 è andata in scena la prima edizione di CERTAMENTE. Ad alternarsi sul palco, i rappresentati di diverse università italiane, tra cui l’ateneo di Parma, La Sapienza di Roma e la Cattolica di Milano, nonché speaker di spicco italiani e internazionali del panorama business e delle neuroscienze, alcuni dei quali hanno aperto il convegno con un dibattito sugli insight strategici che il marketing può ottenere grazie alle rilevazioni neuro-metriche. Ampio spazio è stato dedicato a interessanti case study: Tim, per esempio, ha raccontato la strategia basata sul neuromarketing su cui ha costruito un importante lavoro di rebranding nei mesi precedenti all’evento, mentre Elissa Moses, Founder del Global Neuroscience and Behavioural Science Centre di Ipsos, ha illustrato come un semplice fiore donato ai clienti di un supermercato abbia avuto un impatto positivo sulla percezione dei brand sugli scaffali così come sull’intera esperienza d’acquisto. Le neuroscienze sono state presentate come un’innovativa opportunità sia per le aziende, per migliorare il loro approccio al marketing e alla comunicazione, sia come garanzia per i consumatori, messi nella condizione di godere di un’offerta sempre più piacevole perché ritagliata sui loro bisogni ed emozioni.

 

 

Su questo filone, nel marzo del 2017 la seconda edizione di CERTAMENTE ha continuato a perseguire l’approfondimento sul neuromarketing, bilanciando divulgazione e dimostrazione pratica, ma spostandosi a Milano per avvicinarsi fisicamente alla business community. Se da un lato si è dato spazio alle diverse tecniche neuro-metriche di misurazione, utili per analizzare l’effetto degli stimoli a cui sono esposti i consumatori davanti a prodotti, store e messaggi pubblicitari, dall’altro si è mostrato come un brand di fama mondiale come Adidas abbia beneficiato di insight di neuromarketing per garantirsi un posto di rilievo nel settore dell’abbigliamento, caso magistralmente illustrato da Alastair Herbert, esperto in Marketing e nell’analisi linguistica della comunicazione dei brand. Da sottolineare la sempre più corposa presenza di atenei - dalla IULM all’Università Bicocca, dal CNR di Parma al MIP - protagonisti di una round table di confronto sui temi del convegno e un interessante focus sulle potenzialità che bellezza e attrattività possono mettere in campo in termini di packaging e di prodotti.

 

 

Forte di una ormai affermata influenza nell’ambito neuroscientifico italiano, CERTAMENTE ha rinnovato l’appuntamento nel 2018 con i suoi sempre più numerosi partecipanti, quando il 10 e 11 maggio, al grido di Brain Up!, ha dato il via alla sua terza edizione. Nella moderna cornice degli East End Studios di Milano, si sono alternate tavole rotonde di approfondimento a speech individuali su neuromarketing, innovazione e business, con un’incursione sull’economia comportamentale a cura di Matteo Motterlini, neuro-economista e Professore presso l’Università San Raffaele di Milano. La capacità di rinnovare di anno in anno format e contenuti, pur garantendo un’estrema attenzione all’accuratezza scientifica e all’utilità di ogni intervento, è stata premiata dal BEA - Best Event Awards con un oro come Miglior evento low budget  e un argento nella categoria Educational.

 

Per la nuova edizione, prevista a Milano il prossimo 14 febbraio, si è scelto di puntare sulla formula One Day.  Una giornata ricca di contenuti innovativi e casi concreti che, durante la mattinata, vedrà alternarsi sul palco della sala plenaria di Unicredit Tower Hall: Fabio Babiloni, Professore di Fisiologia presso Università La Sapienza di Roma e Direttore scientifico di BrainSigns, con il compito di introdurre la discussione su neuromarketing e scienze comportamentali; Elissa Moses, di Ipsos USA, che tornerà a Certamente dopo un anno di assenza, insieme a Jessica Southard, Senior Manager Consumer e Market Insights di Mars Pet Care; Carolyn Yoon, professoressa di Marketing presso la University of Michigan e ricercatrice in Analisi dei meccanismi psicologici e neurali relativi ai processi decisionali, che affronterà il tema del neuro-forecasting.

 

Il pomeriggio sarà invece scandito da tre sessioni tematiche e parallele: Brand, Product, Retail. Ognuna di queste tre aree, fondamentali per marketing e comunicazione, sarà approfondita da esperti e aziende che per primi hanno sperimentato l’efficacia di un approccio neuromarketing e behaviour. Tra questi, Cristina de Balanzo, Consultancy Director di Walnut Unlimited, con la testimonianza di Christina Finlay, direttrice della charity britannica National Trust, e Nick Harmsen, founder di Beautiful Clarity, che, con Jessica Adel, Consumer Insight Manager di Electrolux, presenterà gli interessanti risultati emersi da una ricerca sullo shopping behaviour e sulla sensory experience condotta instore per l’azienda svedese di elettrodomestici. A conclusione della giornata, un dibattito sull’influenza dell’economia comportamentale rispetto all’economia reale, a cura di Matteo Motterlini, filosofo ed economista, specializzato in Filosofia della scienza, Economia comportamentale e Neuroeconomia nonché E.ON Professor in Behaviour Change presso l'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, e di Daniele Manca, Vicedirettore del Corriere della Sera.

 

A dimostrare ancora una volta l’efficacia di CERTAMENTE sono i numeri della precedente edizione, che parlano di una realtà in costante crescita e capace di rispondere alla necessità, sempre più forte nella business community, di comprendere i consumatori e i loro comportamenti non consci, perché proprio lì si gioca il successo o l’eventuale fallimento di una strategia di marketing o comunicazione

 

Alla nostra community è stato offerto uno scontro del 30%, sul prezzo del biglietto, con codice: Brandforum19

 

 

Per informazioni e iscrizioni: https://certamente.biz/