L’anno che verrà
Brand in Italy
L’anno che verrà
30 Dicembre 2013

Daniela Compassi, Redattore Senior di Brandforum.it
I nostri personali Auguri per l'anno che sta per arrivare. Perchè sia un 2014 pieno di nuovi progetti dove fiducia e speranza siano le parole chiave per riscoprire gli altri ma soprattutto noi stessi, le nostre capacità e le nostre infinite potenzialità.

Cammino distrattamente per le strade della città; luci scintillanti e vetrine addobbate a festa accompagnano il mio incedere pensieroso ma qualcosa cattura la mia attenzione. Qualcosa che non c’è. La speranza, la fiducia, la voglia di festeggiare e stare insieme; tutte cose che non si possono comprare ma che, inspiegabilmente, sento che mancano in questo Natale 2013.

 

Per sfuggire da questo inquietante presente mi lascio cullare dallo spirito dei Natali passati per assaporare un po’ di quell’atmosfera magica che inebriava le vie delle città quando era bambina. Sì; manca la speranza e quando manca la speranza, manca tutto.


Da qualche anno a questa parte tocca a me tirare le fila di un anno di lavoro svolto con tanta passione e determinazione dalla Redazione di Brandforum.it e ogni anno è sempre più difficile.

 

Anche io, amante del Natale, sono stata in parte contagiata da quest’alone di austerità e sfiducia, devo ammetterlo, e il nuovo anno mi lascia alquanto perplessa; così guardo indietro e cerco di “consolarmi” ripercorrendo i traguardi raggiunti del nostro portale che anche quest’anno ha visto la partecipazione di molte persone che hanno voluto lasciare un proprio contributo sul “muro” di Brandforum.it con paper che hanno toccato gli argomenti più diversi e le case history più interessanti del panorama comunicativo italiano e internazionale.


Dalle interviste esclusive come quella fatta al marketing manager di Mini e alla MakeUp artist più famosa del web Clio Zammatteo, fino all’analisi critica (ma costruttiva) delle strategie di marketing messe in atto da brand come Coca-Cola, Nutella o il nuovo riposizionamento di Nespresso.


Sempre attenti ai nuovi trend, soprattutto legati al mondo del web e dei social network, Brandforum.it ha saputo coinvolgere nel corso dell’anno i propri utenti  (in costante crescita) con scambi di opinioni e contest instaurando così un dialogo continuativo e duraturo con la propria community.


E ancora spin off come lo “sbarco” oltre oceano di parte della redazione. E’ nato infatti Brandforum New York, uno sguardo dall’altro dei grattacieli della Grande Mela sul mondo della comunicazione americana.


Ma più di tutto il 2013 è stato per noi l’anno dei grandi festeggiamenti. Per la prima volta infatti abbiamo voluto “uscire allo scoperto” mostrandoci ai nostri lettori, ai fan e agli amici nell’evento #EnergicaMente, realizzato in collaborazione con il Punto Enel di Milano, dove abbiamo celebrato i nostri primi 12 anni di attività.
 

Ma ora basta guardare indietro; bisogna guardare all’anno che verrà, con fiducia e con speranza. Nonostante tutto. E’ ora di guardare ai nuovi progetti, alle nuove opportunità e ai nuovi incontri che portano lontano, che aprono la mente e nutrono corpo e anima. Come la start-up in programma nei prossimi mesi, un vero nutrimento per anima e corpo. Una costola di Branforum.it che racchiuderà tutte le caratteristiche che ci hanno fatto conoscere e apprezzare ma con una marcia in più. Stay tuned!


E ancora lo spin-off di Brandforum che verrà avviato in un’altra capitale internazionale: Londra. Il tutto accompagnato dall’ingresso in Redazione di nuovi collaboratori, come Francesca Tognoni, Redattore Senior, e Federica Lusenti, Redattore Junior.


Senza dimenticare l’apertura della nuova sezione dedicata interamente ad approfondire un trend nascente: lo Slow Brand, a partire dalle indagini portate avanti dal nostro Direttore Patrizia Musso nel suo saggio omonimo. E la partnership con OBE, l’osservatorio del branded entertainment, dove Brandforum dedicherà  uno speciale ai risultati ottenuti dall’attività di ricerca quali-quantitativa dell’Osservatorio sul consumatore-spettatore al fine di comprendere il suo grado di ‘alfabetizzazione’ nella decodifica del branded content, e la capacità di integrarlo nei propri discorsi e nelle proprie scelte di consumo.
 

Non voglio lasciarvi all’anno che verrà con i soliti auguri ma con questo spot brandizzato, che potete rivedere cliccando il link http://www.youtube.com/watch?v=_zMDtc_kosw . Voglio farvi gli auguri per anno ricco di fiducia e di speranza con la frase conclusiva della campagna natalizia di Coca-Cola: “Anche io credo in voi”; la frase che un Babbo Natale orami dimenticato da adulti disillusi dedica proprio a loro; per ritornare tutti quanti a credere di più nelle nostre capacità e potenzialità.

 

Buon 2014!
 

Ti potrebbe interessare anche...

Brand in Italy
M’illumino di verde
09 Ottobre 2019

SLOWBRAND

Silvia Giovannini, Guest brandforum (per gentile concessione VareseFocus.it)

Colori evergreen si affiancano a quelli più trendy fancy green, con il valore aggiunto della sostenibilità. Alla scoperta delle tendenze colore con la Tintoria G. Tosi di Busto Arsizio

Brand in Italy
Mug: uno slow space triestino
06 Settembre 2019

SLOWBRAND

Lia Crisiani, Elena Gardonio e Giulia Nicolausig, Network di brandforum

Analisi visiva, semiotica e comunicativa di un PDV immersivo.